Uscito “L’imperfetta calligrafia dell’amore” di Piero Campanini, un omaggio alla letteratura dei primi del Novecento

L’artista e scrittore Piero Campanini è tornato sul panorama editoriale con il nuovo libro dal titolo “L’imperfetta calligrafia dell’amore”, una storia che narra l’irrisolvibile inquietudine e la lotta per l’emancipazione di una giovane ragazza, tema quest’ultimo già da tempo caro all’autore, che ormai si dedica esclusivamente all’arte e alla letteratura.

Tra disegno, advertising, painting e scrittura, la sua attività è sempre stata, infatti, rivolta alla comunicazione, con un focus sulle diverse dimensioni dell’esistenza: fisica, emozionale, intellettuale e spirituale.

Oggi, con queste pagine, Campanini ci conduce nel cuore dell’Italia del 1940, tra le pieghe di un’epoca tumultuosa, in cui si svolge l’emozionante storia di Ludovica. Chiamata da tutti Leda, la protagonista è un’adolescente virtuosa ma afflitta da un difetto fisico che getta un’ombra sulla sua vita quotidiana e sul suo futuro. Ancora giovanissima, si trova a lottare contro le avversità con coraggio e risolutezza, mentre il destino svolge il suo filo intricato per far emergere in lei una forza interiore sconosciuta e inarrestabile.

La storia di Leda s’intreccia così con il tessuto della società italiana del tempo e segue la determinazione della giovane protagonista, trasportandola in un viaggio alla scoperta del mondo, di sé stessa e della propria guarigione.

“Leda è una giovane adolescente che, nonostante un’imperfezione fisica, si distingue per un carattere straordinario e una maestria nell’arte calligrafica. Negli anni ’40, scrivere bene era una dote molto apprezzata, e proprio la calligrafia sarà lo strumento che lei utilizzerà per farsi strada nel mondo degli adulti e diventare donna. Questo cambiamento avverrà parallelamente a quello della società che le fa da sfondo – ha dichiarato l’autore.”

È un racconto che può essere collocato nel filone romance a tinte rosa, un omaggio alla letteratura dei primi del Novecento quando coraggiose autrici come Luciana Peverelli, Sibilla Aleramo e in particolare Maria Assunta Nanni Pieri – meglio conosciuta come Mura – cercarono di rompere i limiti della morale e della sottomissione femminile, in antitesi al patriarcato vigente all’epoca.

“In quel periodo, anche la letteratura si evolve, passando da uno stile elaborato e decadente a un linguaggio più semplice e accessibile, adatto alle nuove generazioni e, soprattutto, alle donne. È interessante osservare come l’arte del narrare si sviluppi includendo una nuova prospettiva femminile, anticipando il romanzo d’appendice e rosa. Per me, Leda è il simbolo di quella nuova prospettiva, la nuova donna che pone enfasi sull’amore ma anche sulla propria partecipazione al mondo del lavoro e, per estensione, a tutta la società civile” – ha precisato l’autore

Dopo l’uscita del libro d’esordio “La Terza Venere”, un racconto autobiografico sulle scelte difficili nelle relazioni a cui sono seguiti “Sotto la Neve Vapore”, un viaggio nel labirinto occulto dell’aldilà e “Terra Ultra Piatta”, un’opera di fantascienza che esplora nuovi paradigmi esistenziali, il romanzo di formazione “L’imperfetta calligrafia dell’amore” conferma, ancora una volta, come Piero Campanini possa considerarsi a pieno titolo un interprete e un mediatore che utilizza diverse tecniche – pittoriche, video o scrittura – per indagare il mistero dell’essere e delle relazioni umane, sia come artista che come scrittore.

 

Titolo: L’imperfetta calligrafia dell’amore

Autore: Piero Campanini

Data di prima pubblicazione: 23 marzo 2024

Editore: Independently published (Amazon)

eBook kindle: euro 5,90

Copertina rigida: euro 21

Copertina morbida: euro 16

Numero pagine: 283

 

Piero Campanini

Nato a Milano, classe 1954, dopo aver completato le scuole dell’obbligo si è diplomato in arte all’Accademia di Brera. Il suo primo impiego è stato come disegnatore di fumetti in un piccolo studio che realizzava tavole per editori dell’epoca, per poi lavorare nel campo dell’advertising per molti anni, collaborando con i migliori brand del mercato di massa.

Nel 2001 ha fondato una società, una boutique creativa, e contemporaneamente ha ripreso la sua passione per il disegno, producendo nuove opere d’arte e arrivando a prediligere il painting digitale.

Nel frattempo la scrittura è diventata un mezzo per esplorare i temi delle sue opere artistiche metafisiche, per riflettere sull’esistenza e sul suo significato, nonché sulla simbolica femminilità dell’animo umano; intendendo il suo ruolo di principio interiore di ogni individuo.

Ha scritto e pubblicato il suo primo romanzo, “La Terza Venere”, un racconto autobiografico sulle scelte difficili nelle relazioni. A questo sono seguiti “Sotto la Neve Vapore”, un viaggio nel labirinto occulto dell’aldilà, “Terra Ultra Piatta”, un’opera di fantascienza che esplora nuovi paradigmi esistenziali, e “L’imperfetta calligrafia dell’amore”, storia dell’emancipazione di una giovane ragazza e l’irrisolvibile inquietudine.

Ha esposto le sue opere in mostre personali e collettive e nel 2023 ha ideato e partecipato a “Donne X le Donne”, per il Museo d’Arte Contemporanea di Calice Ligure, con la serie “Veneri Millenarie”, ritratti simbolici di donne famose nella storia per il loro impegno a favore dell’emancipazione femminile. Nel 2024 ha curato l’evento “Il Plurale è Femminile”, ospitato nello ShowRoom Perego di Cernusco SN, che vede la partecipazione di altri 19 artisti convenuti al tema dell’emancipazione.

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.